Tag

recensione

0 In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Matasaburō del vento: buddhismo, tradizione, natura nei racconti di Miyazawa Kenji

Miyazawa Kenji (1896-1933), originario di Hanamaki, prefettura di Iwate, fu uno scrittore di racconti – prevalentemente per ragazzi, dōwa – e poesie molto prolifico, oltre che un appasionato di esperanto, mineralogia, musica. In questo volume, portato in Italia da Marsilio Editori, sono compresi nove racconti, di cui cinque appartenenti alla raccolta Un ristorante pieno di richieste (1924). Nove racconti permeati di atmosfere magiche e prettamente influenzati dalla dottrina buddhista, di cui Miyazawa era seguace, che ci immergono in ambientazioni in…

Continua a leggere →

0 In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Morbide Guance – Natsuo Kirino

Morbide guance sono quelle della piccola Yuka, scomparsa misteriosamente all’età di soli 5 anni. Non si darà mai pace sua madre Kasumi che, ogni anno, nell’anniversario della sua scomparsa, si recherà lì, fra le montagne dell’Hokkaidō, dov’è avvenuta la tragedia: un posto isolato, circondato solo dai boschi e da un lago, dove la popolazione è rada e sembra non esserci alcuna pista da seguire… come fare a incolpare qualcuno? In Hokkaidō, terra in cui era cresciuta ma da cui era…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa italiana/ Recensione

Il condominio sul mare, ovvero di come nasce una dittatura – con tanto sarcasmo!

Prossima all’età del pensionamento, la protagonista della nostra storia, notaio di professione, decide di realizzare uno dei suoi sogni di sempre: acquistare un attico in un condominio con vista mare. Realizza il suo sogno a scatola chiusa, non sapendo quindi cosa le aspetta. Non sarà delusa dallo stato dell’appartamento, né tantomeno dalle splendide vedute che offre; ciò che le darà filo da torcere sarà, però, un inquilino, il signor Gianni Bondi. Residente al piano terra, il Bondi vive lì tutto…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

I miei giorni alla libreria Morisaki: perdersi fra le librerie di Jinbōchō, Tōkyō

Jinbōchō, Tōkyō: il quartiere delle librerie dell’usato, un paradiso per gli appassionati della letteratura o per gli studiosi, un angolo tranquillo e vintage nel caos di una città ultramoderna. È il quartiere che la venticinquenne Takako si ritrova a frequentare sempre più spesso quando, dopo aver perso non solo l’amore ma anche il lavoro, viene invitata a fermarsi per un po’ dallo zio Satoru, gestore della libreria Morisaki, che da anni vive da solo dopo esser stato abbandonato dalla moglie.…

Continua a leggere →

2 In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Il tempo della speranza: si conclude la saga delle sorelle del Ku’damm

Clicca qui per la recensione del primo volume: “Una vita da ricostruire”e qui per la recensione del secondo, “Giorni felici” _________________________________ Siamo nella Berlino degli anni ‘60 e, dopo aver conosciuto le vite di Rike e Silvie nei precedenti volumi, stavolta veniamo accompagnati nelle avventure della sorella più giovane, Florentine. Al suo ritorno da Parigi, Flori si ritrova alle prese con decisioni importanti per il suo futuro: decide di frequentare l’Accademia di Belle Arti, di immergersi totalmente in quella che…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il Giappone in lungo e in largo: Tōkyō Express

Sayama e Otoki, un funzionario e un’intrattenitrice, vengono ritrovati morti su una spiaggia isolati, dopo esser stati visti partire insieme da Tōkyō. Un suicidio d’amore, sembrerebbe. Ma cosa lega davvero questi due personaggi, e perché hanno scelto proprio quel luogo per mettere fine alle proprie vite? Indagheranno sul caso Mihara e Torigai, due investigatori che, fin dall’inizio, non hanno creduto alla storia del doppio suicidio. Avvenuto tra l’altro proprio nel periodo in cui il ministero in cui era impiegato Sayama…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Colori proibiti – Yukio Mishima

Vecchiaia e giovinezza, tradizione e novità, bruttezza e bellezza. Dualismi che caratterizzano l’intera vicenda raccontata da Yukio Mishima in Colori proibiti (1951) – il cui titolo originale, Kinjiki, può stare ad indicare sia quei colori che, nella corta imperiale, erano riservati ai membri di alto rango, sia, eufemisticamente, l’amore omosessuale. Shunsuke, vecchio scrittore contraddistinto da una forte misoginia, conosce Yuichi, un affascinante giovane e personificazione dei suoi ideali di bellezza e purezza. Venuto a conoscenza dell’omosessualità di Yuichi e della…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Tra le nostre parole: delicatezza e introspezione nel romanzo di Katie Kitamura

Origini giapponesi, con un passato diviso fra Singapore e Francia, è arrivata all’Aja dagli Stati Uniti. Lei è la protagonista del romanzo Tra le nostre parole, di Katie Kitamura.Giunta all’Aja come interprete della Corte Penale Internazionale, la giovane è una donna alla ricerca di un posto dove mettere le proprie radici, di un posto da sentire, finalmente, proprio. Interfacciandosi giorno dopo giorno con nuove persone, venendo a contatto con il loro di mondo, la protagonista ci accompagna in un viaggio…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Gli enigmi della “Residenza per signore sole” – Togawa Masako

Una donna avvolta in una sciarpa rossa che, mentre attraversa la strada, viene investita da un furgoncino, e non giungerà mai a destinazione dove, la persona che la attende, aspetterà sola, per sette anni. E la aspetterà nell’edificio in mattoni rossi dal nome di Residenza K, costruito nel dopoguerra a Tokyo e sorvegliato da due anziane custodi, per ospitare signore nubili. E ancora, il furto del passe-partout che apre tutte le stanze di quell’edificio, della Residenza per signore sole… ……

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Lampi: le donne ai margini di Hayashi Fumiko

Inazuma, Lampi, scritto nel 1936, segue le vicende di una famiglia particolare: quella delle tre sorelle Nuiko, Mitsuko e Kiyoko, del fratello Kasuke e della madre Osei. Fratelli e sorelle che però in comune hanno poco, essendo nati da padri diversi, cosa che li porta ad avere tra loro litigi continui. Nuiko, noncurante dei sentimenti né delle opinioni altrui, passa da un amante all’altro; Mitsuko, al contrario, appare come vittima di un matrimonio infelice, basato su apparenze e ipocrisia. E…

Continua a leggere →