Categorie

Recensione

0 In Collaborazione/ Narrativa italiana/ Recensione

Il condominio sul mare, ovvero di come nasce una dittatura – con tanto sarcasmo!

Prossima all’età del pensionamento, la protagonista della nostra storia, notaio di professione, decide di realizzare uno dei suoi sogni di sempre: acquistare un attico in un condominio con vista mare. Realizza il suo sogno a scatola chiusa, non sapendo quindi cosa le aspetta. Non sarà delusa dallo stato dell’appartamento, né tantomeno dalle splendide vedute che offre; ciò che le darà filo da torcere sarà, però, un inquilino, il signor Gianni Bondi. Residente al piano terra, il Bondi vive lì tutto…

Continua a leggere →

0 In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il paese dei desideri. Il ricordo di Hiroshima – Hara Tamiki

“Acqua per favore.” Parole così semplici ma così indelebili. Parole uscite dalla bocca di chi, quel 6 agosto 1945, a stento riusciva a respirare, col corpo colmo di ustioni, con quella luce accecante negli occhi. Parole che Hara Tamiki (1905-1951) non riesce a dimenticare. Che nessuno, fra i sopravvissuti, può dimenticare. Essere un sopravvissuto, un hibakusha, ha causato nell’autore, come in tutte quelle persone nella sua stessa condizione, senso di colpa e spaesamento: perdere tutto, all’improvviso, non poter far nulla.…

Continua a leggere →

0 In Cina e Giappone in Libri/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Nel paese delle donne selvagge: una reinterpretazione del folklore giapponese

Una raccolta di racconti ispirata alla vastissima tradizione folkloristica giapponese che, con diversi toni e intrecci, va a riprendere personaggi e storie reinterpretandoli in una chiave del tutto nuova. Un libro da cui ero incuriosita sia per i suoi contenuti, sia per il titolo stesso: Nel paese delle donne selvagge – titolo ripreso da uno dei racconti della raccolta. Purtroppo però le mie aspettative non sono state soddisfatte. È presente il folklore, sono presenti donne che, in diversi contesti dell’età…

Continua a leggere →

0 In Cina e Giappone in Libri/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

I miei giorni alla libreria Morisaki: perdersi fra le librerie di Jinbōchō, Tōkyō

Jinbōchō, Tōkyō: il quartiere delle librerie dell’usato, un paradiso per gli appassionati della letteratura o per gli studiosi, un angolo tranquillo e vintage nel caos di una città ultramoderna. È il quartiere che la venticinquenne Takako si ritrova a frequentare sempre più spesso quando, dopo aver perso non solo l’amore ma anche il lavoro, viene invitata a fermarsi per un po’ dallo zio Satoru, gestore della libreria Morisaki, che da anni vive da solo dopo esser stato abbandonato dalla moglie.…

Continua a leggere →

In Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Vardø. Dopo la tempesta: il romanzo storico di Kiran M. Hargrave

Norvegia nordorientale, 1617. Una terribile tempesta si abbatte sulle acque di Vardø, villaggio sulla costa la cui economia è basata principalmente sulla pesca. Il peschereccio salpato quella sera non c’è più, e insieme ad esso sono scomparsi anche i quaranta uomini che erano a bordo. Toccherà alle donne, ora, portare avanti il villaggio. Donne che imparano a cavarsela da sole, come la protagonista Maren, che nella tempesta ha perso il padre e il fratello. Donne che dovranno fare i conti,…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Un amore struggente, disperato, totalizzante: Beijing Story di Tongzhi

Un testo anonimo, un autore che si firma come Tongzhi, “compagno”, ma anche, per estensione, “omosessuale”; un testo i cui capitoli si succedono su internet, perché nel suo paese non ha mai visto la luce. “Nella Cina ricca e spietata degli anni recenti, un giovane capitano d’industria abituato a comprare tutto – anche l’amore di chi non lo ama – incontra un ragazzo quasi adolescente, che si prostituisce per necessità economica o forse per autopunizione, e con lui brucia per…

Continua a leggere →

2 In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Il tempo della speranza: si conclude la saga delle sorelle del Ku’damm

Clicca qui per la recensione del primo volume: “Una vita da ricostruire”e qui per la recensione del secondo, “Giorni felici” _________________________________ Siamo nella Berlino degli anni ‘60 e, dopo aver conosciuto le vite di Rike e Silvie nei precedenti volumi, stavolta veniamo accompagnati nelle avventure della sorella più giovane, Florentine. Al suo ritorno da Parigi, Flori si ritrova alle prese con decisioni importanti per il suo futuro: decide di frequentare l’Accademia di Belle Arti, di immergersi totalmente in quella che…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il Giappone in lungo e in largo: Tōkyō Express

Sayama e Otoki, un funzionario e un’intrattenitrice, vengono ritrovati morti su una spiaggia isolati, dopo esser stati visti partire insieme da Tōkyō. Un suicidio d’amore, sembrerebbe. Ma cosa lega davvero questi due personaggi, e perché hanno scelto proprio quel luogo per mettere fine alle proprie vite? Indagheranno sul caso Mihara e Torigai, due investigatori che, fin dall’inizio, non hanno creduto alla storia del doppio suicidio. Avvenuto tra l’altro proprio nel periodo in cui il ministero in cui era impiegato Sayama…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Colori proibiti – Yukio Mishima

Vecchiaia e giovinezza, tradizione e novità, bruttezza e bellezza. Dualismi che caratterizzano l’intera vicenda raccontata da Yukio Mishima in Colori proibiti (1951) – il cui titolo originale, Kinjiki, può stare ad indicare sia quei colori che, nella corta imperiale, erano riservati ai membri di alto rango, sia, eufemisticamente, l’amore omosessuale. Shunsuke, vecchio scrittore contraddistinto da una forte misoginia, conosce Yuichi, un affascinante giovane e personificazione dei suoi ideali di bellezza e purezza. Venuto a conoscenza dell’omosessualità di Yuichi e della…

Continua a leggere →

In Manga & graphic novel/ Recensione

Pelle d’uomo: una lotta contro il patriarcato e i pregiudizi

In una società medievale non ben specificata, la giovane Bianca si vede costretta ad accettare la sorte che tocca alle donne del suo tempo: il matrimonio combinato. Promessa in sposa a Giovanni, Bianca non riesce a mandare giù l’idea di dover andare in sposa a un uomo che non conosce se non di nome. In preda alla rabbia e alle preoccupazioni, viene accolta in casa della madrina, che le mostra un oggetto molto singolare, appartenente alla famiglia da generazioni: una…

Continua a leggere →