Tag

recensione

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Non è un lavoro per ragazze: adolescenza e ribellione

“In seconda media, a tredici anni, la sottoscritta Ōnishi Aoi ha ucciso due persone. […] Dopo averci riflettuto molto sono giunta alla conclusione che quello dell’assassina non è un lavoro per ragazze.” Non so voi, ma a me un incipit così mi ha folgorato. Come possono due ragazzine architettare e compiere atti simili senza essere scoperte? E soprattutto, come possono anche solo pensare di farlo? L’amicizia fra Aoi e Shizuka, agli inizi dell’estate in una remota isola della prefettura di…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il sole si spegne – Osamu Dazai

Parlarvi de “Il sole si spegne” non mi è per niente facile. L’attenzione di questo libro non va tanto a porsi sulla sua trama, quanto sulla riflessione che contiene. Perché questo libro è una riflessione: sul dopoguerra, su un’aristocrazia ormai decaduta, sulla vita e la morte. I fratelli Kazuko e Naoji vivono a casa con una madre malata, che amano e di cui si prendono cura, ma che allo stesso tempo rappresenta per loro un limite, una costrizione, una pressione.…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Luna nomade: andare oltre le apparenze con Nagira Yuu

Una bambina, Sarasa, abbandonata da sua madre in tenera età, un uomo, Fumi, con il “complesso di Lolita” che le permette di vivere a casa sua per due mesi. Sarebbe facile pensare al peggio. Ma spesso l’apparenza inganna. Sarasa, infatti, passa dalla felicità e la spensieratezza in cui viveva con i suoi genitori, alle rigide – e per lei inspiegabili – regole a cui deve sottostare a casa della zia, in seguito alla morte del padre e alla fuga della…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa italiana/ Recensione

L’amore è un atto senza importanza: un punto di vista insolito per l’esordio di Lavinia Mannelli

Quando apre gli occhi, Tamara si trova seduta su un divano in ecopelle di un appartamento di Via Padova, Milano. È l’appartamento abitato da Giulia e Guido, coppia di aspiranti intellettuali. Nel buio e nel silenzio di quella stanza, fra mobili dell’IKEA e quadri di arte moderna, a tenerle compagnia saranno due donne, Maria e Barbara, le paladine dei programmi televisivi Mediaset. Prendere loro come esempio la porta a credere nell’esistenza dell’amore vero, di un mondo perfetto o quasi, e…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Costruisci la tua casa intorno al mio corpo: l’esordio magistrale di Violet Kupersmith

Winnie, metà americana e metà vietnamita, a vent’anni si trasferisce in Vietnam. Lo fa per ricongiungersi con le sue radici, o almeno così crede. Perché, in realtà, quel senso di estraneità ed emarginazione, quel sentirsi costantemente diversa e non accettata, non la abbandona mai. Finché, un giorno, non scompare. Per arrivare a scoprire cosa ne è stato di lei, l’autrice Violet Kupersmith ci fa viaggiare nel tempo e nello spazio, dalla Saigon di oggi alle piantagioni di pepe degli Altopiani…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Recensione/ Saggi

Il corpo lesbico di Monique Wittig

In una società in cui l’eterosessualità è “obbligatoria”, per Monique Wittig, scrittrice, docente e teorica femminista, “le lesbiche non sono donne”, in quanto rifuggono da quelle relazioni che le vedono legate – sessualmente o politicamente – con un uomo. Come spiega Deborah Ardilli nella preziosa prefazione “Eroiche nella realtà, epiche nei libri”, “il lesbismo non denota un orientamento sessuale o un marchio identitario, esso si pone invece come negazione determinata di un rapporto sociale di oppressione.” Quello raccontato, elogiato, decomposto…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Come un seme sepolto dal tempo: l’importanza della memoria

Dingzi Tao è il nome che viene dato alla donna prima “senza nome” giunta in ospedale in totale stato di shock. Non ricorda nulla, né come sia arrivata lì, né il suo nome. A prendersi cura di lei sarà il dottor Wu, che diventerà poi suo marito e padre di suo figlio Qinglin. Entrambi rimarranno sempre all’oscuro del passato di Dingzi e sbigottiti di fronte a quelle frasi senza senso che la donna pronuncia nei suoi momenti di confusione. Sembra…

Continua a leggere →

2 In Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

A proposito di mia figlia: due generazioni che si scontrano

Due generazioni a confronto, due generazioni che si scontrano. Niente di nuovo, penserete. Eppure A proposito di mia figlia è un romanzo che riesce a scuotere come pochi. Da un lato la madre, un’anziana donna che vive di stenti, lavorando in una casa di riposo dove si prende cura della vecchia Jen, affetta da Alzheimer; dall’altro sua figlia, che conosciamo come Green, che a trent’anni non ha ancora un lavoro stabile e, cosa ancor più “grave”, da sette anni ha…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Il bambino e il cane di Hase Seishū: storie di dolore e di speranza

Lo hanno chiamato Shōgun, Clint, Tomba, Noritsune. Il suo vero nome però è Tamon, come inciso sul suo collare. Incrocio tra un pastore tedesco e una razza giapponese, Tamon è un cane speciale, un mamori-gami, lo definiscono anche. È speciale perché capace di donare calore e conforto a chiunque si avvicini a lui; è speciale perché riesce a far sentire speciale chiunque lo incontri. Da Kazumasa, che si guadagna da vivere tramite attività losche pur di sostenere sua madre malata,…

Continua a leggere →

In Classici/ Recensione

L’età dell’innocenza: la società newyorchese dell’Ottocento descritta da Edith Warthon

Una New York idillica, fatta di famiglie perfette, ville enormi e agghindate, cene di lusso, spettacoli dell’Opera. Una New York che dietro tutto questo, però, nasconde ben altro: falsità, pregiudizio, convenzioni antiquate e obsolete. È in questo scenario che si snoda la storia d’amore fra i due protagonisti: Newland Archer, avvocato di successo appena affacciatosi all’età adulta e in procinto di sposarsi, e la contessa Ellen Olenska, cugina della futura moglie di Archer, sposata con un uomo crudele e fedifrago,…

Continua a leggere →