Tag

yukiomishima

0 In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Colori proibiti – Yukio Mishima

Vecchiaia e giovinezza, tradizione e novità, bruttezza e bellezza. Dualismi che caratterizzano l’intera vicenda raccontata da Yukio Mishima in Colori proibiti (1951) – il cui titolo originale, Kinjiki, può stare ad indicare sia quei colori che, nella corta imperiale, erano riservati ai membri di alto rango, sia, eufemisticamente, l’amore omosessuale. Shunsuke, vecchio scrittore contraddistinto da una forte misoginia, conosce Yuichi, un affascinante giovane e personificazione dei suoi ideali di bellezza e purezza. Venuto a conoscenza dell’omosessualità di Yuichi e della…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

La scuola della carne – Yukio Mishima

Tōkyō, secondo dopoguerra. Tre donne divorziate, Taeko, Nobuko e Suzuko, si riuniscono come loro abitudine per aggiornarsi su novità e pettegolezzi. Tutte e tre sono donne di potere, donne emancipate che non si sono lasciate sopraffare dal pregiudizio e dalle voci che girano sul loro vissuto. Taeko, proprietaria di una boutique di moda, è la protagonista della storia, protagonista di quella che è la “scuola della carne”: in seguito al suo divorzio, nessun uomo le ha mai fatto conoscere l’amore,…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il padiglione d’oro: Yukio Mishima fra verità e finzione

L’ispirazione Era il 1950 quando un giovane novizio, deforme e balbuziente, dà fuoco a uno dei templi più famosi del Giappone: il Kinkaku-ji di Kyōto. Ed è questo il fatto che ispirò l’autore Yukio Mishima (1925-1970) a scrivere una delle sue opere più rappresentative, Il Padiglione d’oro (1956). Qualche accenno sulla trama Mizoguchi, fin da bambino vittima di bullismo e preso in giro a causa della sua balbuzie, proviene da una famiglia di orgini umili, e la madre, in seguito…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri

Gion Matsuri, il Festival di Gion a Kyōto

Il Gion Matsuri 祇園祭り (o Festival di Gion) è un festival tradizionale che si tiene ogni anno nel mese di luglio a Kyōto, ed è uno dei più famosi e importanti in Giappone. Qualche cenno storico Il Festival ha origine nell’epoca Heian (794-1185), nell’869, quando l’allora capitale Heian-kyō (l’attuale Kyōto, appunto), fu colpita da un’epidemia che si pensava fosse dovuta alla presenza di spiriti malvagi. Per calmare le divinità, quindi, si decise di tenere i goryōe 御霊会, ovvero dei rituali…

Continua a leggere →