Tag

letteraturagiapponese

0 In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Le ricette della signora Tokue: un romanzo dal sapore agrodolce

Anche se ci sforziamo di vivere in maniera irreprensibile può succedere comunque che l’incomprensione della società ci annienti. A volte però bisogna saper dar prova di saggezza. Sono anni che Sentarō lavora da Doraharu, pasticceria di dorayaki molto frequentata da studenti e passanti. Un giorno a presentarsi davanti alla vetrina è un’anziana signora dal nome di Yoshii Tokue. La richiesta che farà a Sentarō è molto strana: nonostante l’età e gli acciacchi, la signora Tokue mostra un vivo interesse a…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Il mondo dei fiori e dei salici: l’autobiografia di Masuda Sayo

Durante quel periodo, se un signore gentile mi avesse chiesto: «Non ti picchierò, né ti prenderò a male parole, ma dimmi sinceramente, cos’è che ti fa più paura?», io avrei risposto senza esitazione alcuna: «Le persone!». E se mi avesse detto che avrebbe esaudito un mio desiderio, io avrei chiesto di poter andare in un posto dove non ci fosse anima viva. Se siete alla ricerca di una storia vera, narrata senza giri di parole e senza artifici, una storia…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

La scena dell’inferno e altri racconti, Akutagawa Ryūnosuke

Akutagawa Ryūnosuke fu uno scrittore di racconti molto prolifico: nella sua breve vita, conclusasi con il suicidio a soli 35 anni, produsse circa duecento racconti sui temi più vari: leggende popolari, la storia, l’avvento del cristianesimo, il sovrannaturale. La scena dell’inferno e altri racconti, edita da Atmosphere Libri, ripercorre una parte dell’evoluzione stilistica dell’autore, includendo sedici racconti in ordine cronologico a partire dal suo esordio con Rashōmon nel 1915, fino al 1920 (con Magia). I personaggi che appaiono sfogliando questa…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Edogawa Ranpo e La strana storia dell’Isola Panorama: fra paesaggi utopici e crimini spietati

La strana storia dell’Isola Panorama è la storia di un uomo, “il fu Hitomi Hirosuke”, e del suo sogno, quello di realizzare un panorama utopico, da cui lasciarsi trasportare sensorialmente ed emotivamente. È la storia di un uomo che per realizzare il suo sogno farebbe di tutto, anche inscenare il proprio suicidio e sostituirsi a un altro uomo presumibilmente deceduto. Venuto a conoscenza infatti della scomparsa del ricco Komoda Genzaburō, suo vecchio conoscente e “sosia”, si approprierà della sua identità…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Heaven: storia di bullismo di Mieko Kawakami

Lo chiamano “Occhi storti” il giovane protagonista di questo libro, per quello strabismo di cui soffre dall’età di tre anni. Lo prendono in giro, lo umiliano, gli mettono le mani addosso. Non è una vita facile, la sua, andare a scuola ogni giorno è un incubo. Ma non è il solo: nella sua stessa situazione conosciamo Kojima, anche lei martoriata dai coetanei per il suo aspetto trasandato. La relazione che si instaura tra i due è fatta di amicizia vera,…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Dolcemente soffocante: un viaggio magico e nostalgico

Aqua, Terra, Aer, Ignis, Mundus. Cinque racconti indipendenti l’uno dall’altro, eppure capaci di creare un insieme di sensazioni ed emozioni che riguardano aspetti dell’animo umano indissolubilmente collegati. “All’inizio la mia intenzione era di scrivere riguardo al desiderio sessuale. Però […] all’interno dell’essere umano la vita, la morte e il sesso sono indistricabilmente mischiati.”, ha affermato l’autrice. La crescita (Aqua), il lutto (Terra), la maternità (Aer, che, insieme a Aqua, è quello che più mi ha colpito), la relazione della vita…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Morbose fantasie – Tanizaki Jun’ichirō

E voi cosa fareste se, in piena notte, un vostro amico vi chiamasse per invitarvi ad assistere con lui a un omicidio? È quanto accade a Takahashi, narratore della storia che riceve questa misteriosa telefonata da un suo amico di vecchia data, Sonomura: chi è che non penserebbe che la persona che sta chiamando sia fuori di senno? Ma non è così. Mentre Takahashi cerca di dissuaderlo dalle sue strambe e pericolose indagini, Sonomura si spingerà sempre più in là.…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

L’ultima estate di Hiroshima: la forte testimonianza di Hara Tamiki

Convivere con la paura, con la fretta di precipitarsi fuori, in qualche rifugio, in un luogo sicuro a ogni allerta. Tenersi pronti a ogni evenienza, stare sempre sul chivalà. È l’aprile del 1945, in quel “Preludio alla devastazione” a Hiroshima, ed è così che vivono, sopravvivono, Shōzō, che da poco ha perso la moglie, e le famiglie dei suoi fratelli. La calma, il panico, e poi di nuovo la calma, si susseguono in un loop infinito. È la guerra. Finché…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Quel che affidiamo al vento: delicatezza e speranza nel romanzo di Laura Imai Messina

Ogni anno al giardino Bell Gardia, situato sul Kujira-yama, la “Montagna della Balena”, si recano in visita migliaia di persone. Ed è lì che un giorno si reca anche Yui, giovane donna che, nel disastro dello tsunami del 2011, ha perso sua madre e sua figlia. Ma cos’ha di speciale quel posto? Nel mezzo del giardino è installata una cabina con un telefono scollegato, il “telefono del vento”: scollegato dai fili elettrici ma non da quelli che legano le persone…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri

La letteratura dell’atomica in Giappone

Il 6 agosto 1945, la prima bomba atomica venne sganciata su Hiroshima, e fu seguita tre giorni dopo da Nagasaki. Le vittime, perlopiù civili, furono più di centomila. Ma una sorte ancor più difficile è toccata ai superstiti, gli hibakusha 被爆者. Questi ultimi, infatti, hanno convissuto e convivono con il dolore per la perdita dei propri cari, con lo sviluppo di malattie legate alle radiazioni atomiche, con la preoccupazione per le generazioni successive. E ancora, hanno vissuto come emarginati dalla…

Continua a leggere →