Tag

fazieditore

2 In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Il tempo della speranza: si conclude la saga delle sorelle del Ku’damm

Clicca qui per la recensione del primo volume: “Una vita da ricostruire”e qui per la recensione del secondo, “Giorni felici” _________________________________ Siamo nella Berlino degli anni ‘60 e, dopo aver conosciuto le vite di Rike e Silvie nei precedenti volumi, stavolta veniamo accompagnati nelle avventure della sorella più giovane, Florentine. Al suo ritorno da Parigi, Flori si ritrova alle prese con decisioni importanti per il suo futuro: decide di frequentare l’Accademia di Belle Arti, di immergersi totalmente in quella che…

Continua a leggere →

In Senza categoria

Giorni felici: il secondo capitolo della saga delle sorelle del Ku’damm

Berlino, 1952. Dopo la ricostruzione dei magazzini Thalheim e il ritorno di Oskar, gemello di Silvie, da un campo di prigionia russo, le cose sembrano andare di bene in meglio. Ma Silvie, protagonista del secondo capitolo de Le sorelle del Ku’damm, non è pienamente soddisfatta della sua vita. L’abbiamo conosciuta come una donna indipendente, emancipata, energica. Eppure le manca qualcosa: mentre la sua carriera alla radio va a gonfie vele, in amore non è altrettanto fortunata. Troppe delusioni, troppa solitudine.…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Un esperimento d’amore: romanzo inedito di Hilary Mantel

Carmel McBrain è una giovane donna di origini irlandesi appena trasferitasi a Londra per i suoi studi. Viene da una famiglia modesta, ma severa e ambiziosa, che ripone su di lei le più alte aspettative. A raccontarci la propria storia è lei, in prima persona, alternando passato e presente, portandoci dalla Londra frenetica alle prese con la modernità, al suo paesello che si trova invece ancora indietro, dove disparità economiche e pregiudizi sociali sono all’ordine del giorno. La seguiamo quindi,…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Una vita da ricostruire: il primo capitolo sulle sorelle del Ku’damm in libreria

Rike, Silvie e Flori: tre donne molto diverse tra loro, ma accomunate da una forte determinazione e voglia di rivalsa, sono le protagoniste del primo capitolo della trilogia di Brigitte Riebe, Una vita da ricostruire. La trama In seguito ai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, i grandi magazzini Thalheim & Weisgerber di Berlino vanno distrutti. L’abbigliamento prodotto dalla famiglia Thalheim sul Ku’damm era conosciuto in tutta la città, e vedere anni di duro lavoro ridotti in macerie costituisce motivo…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Piranesi, il ritorno trionfante di Susanna Clarke

«Chi sei, allora?», ha chiesto. «Sono l’Amato Figlio della Casa», ho risposto. «La casa? Che cos’è la casa?» Che domanda strana! Ho allargato le braccia per indicare il Primo Vestibolo, i Saloni oltre il Primo Vestibolo, Tutto. «Questa è la Casa. Guarda!» La trama Piranesi vive nella Casa. Una Casa immensa, una Casa che è un mondo a sé. Che offre ospitalità, gentilezza e, soprattutto bellezza: ogni salone ospita maestose statue rappresentanti le meraviglie del mondo, di quale mondo però,…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Ora che eravamo libere: il memoir di Henriette Roosenburg

La storia Fra il 1943 e il 1944, quattro giovani amici olandesi vengono arrestati e condannati a morte. Nell, Joke, Dries e Zip, la narratrice della storia, vengono condannati per aver partecipato alla resistenza, entrando così a far parte dei cosiddetti “Nacht und Nebel” (“Notte e Nebbia”), come venivano chiamati i condannati a morte, il “gradino più basso nella scala gerarchica dei prigionieri”. Niente di certo era ciò che aspettava a questa categoria: c’era chi veniva giustiziato il giorno dopo…

Continua a leggere →

In Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Va tutto bene, signor Field – L’esordio nella narrativa di Katharine Kilalea

A nessuno importa niente delle difficoltà e dei dolori degli altri, pensai. Le difficoltà e i dolori degli altri sono noiosi. Perdersi non significa non ritrovarsi. Ritrovare se stessi è possibile attraverso le piccole cose, attraverso piccoli gesti che per noi significano qualcosa. Ed è la consapevolezza a cui giungerà il signor Field, un ex pianista che, in seguito a un incidente ferroviario, si trasferisce da Londra nella Casa per lo Studio dell’Acqua, a Città del Capo. La Villa Savoye…

Continua a leggere →