Tag

cinaegiapponeinlibri

0 In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Le delizie della signorina Ashikawa: Takase Junko e la sua velata denuncia all’ambiente lavorativo nipponico

Cosa hanno in comune Nitani, Oshio e Ashikawa? Di certo non la loro concezione e il loro atteggiamento sul luogo di lavoro: Nitani e Oshio sono diligenti e ligi al dovere; Ashikawa, al contrario, è sbadata, si assenta spesso e si impegna giusto il minimo indispensabile. Per farsi perdonare, Ashikawa si reca ogni giorno al lavoro portando gustosi manicaretti da condividere con i suoi colleghi, riuscendo così a entrare nelle grazie di chiunque. Altra caratteristica che la distingue dai colleghi…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Delitto a Tōkyō: un nuovo Higashino da divorare

Il corpo di un noto avvocato viene ritrovato nella propria macchina in una via chiusa al traffico. Il colpevole di quel delitto non ci mette molto a venir fuori: un uomo viene infatti interrogato e confessa l’omicidio. Ma sembra tutto troppo semplice e, sia Kazuma, figlio del presunto colpevole, sia Mirei, figlia della vittima, considerano piuttosto inverosimili le ricostruzioni effettuate dalle autorità. Il caso però ormai è chiuso, il processo si avvicina, e i loro rispettivi avvocati li spronano a…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

108 rintocchi: una storia dolce per addentrarsi nelle tradizioni del Capodanno giapponese

Quello che precede il Capodanno è il periodo più frenetico per Sohara, il tuttofare dell’isola: riparare finestre, aggiustare scale, sgorgare lavandini. In Giappone ripulire e rimettere apposto tutto prima dell’inizio del nuovo anno è una vera e propria tradizione: l’ōsōji (“grandi pulizie”) aiuterebbe a liberarsi dalle impurità dell’anno precedente. Ad aprire l’anno sono i 108 rintocchi delle campane che, nella tradizione buddhista, purificherebbero dalle 108 passioni umane. Il protagonista Sohara è felice del suo lavoro: ogni faccenda da sbrigare diventa un…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione/ Saggi

Onibaba: il mostruoso femminile nell’immaginario giapponese

“Perché nelle fiabe giapponesi quando compare una donna anziana è quasi sempre malvagia, invidiosa, gelosa, in preda all’ira, mentre i vecchietti sono sempre gentili, amorevoli, compassionevoli nei confronti degli esseri umani o degli animali?” A partire dai principi dello yin e lo yang taoisti, passando per le celebri opere sulle origini, come il Kojiki e il Nihonshoki, per arrivare epoca dopo epoca, alla contemporaneità: le donne, da sciamane e imperatrici, diventano a partire dall’ottavo secolo portatrici di impurità, tentatrici e…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Recensione

Il dominio della luce: divorzio, maternità, cambiamenti

Una giovane donna viene lasciata dal marito, e si ritrova a vivere da sola insieme alla figlia di tre anni. Nel tentativo di ricominciare, le due vanno a vivere in un nuovo appartamento, inondato di luce. La rabbia e l’incomprensione nei confronti del marito Fujino sembrano inesauribili: apparentemente non può provvedere alle spese per la bambina, ma vuole comunque rimanere partecipe della sua vita.  Fin qui tutto “normale”. Ma il rapporto madre-figlia non è quello che sembra. Così come la…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Recensione

Anima, o Il cuore delle cose: un must della letteratura giapponese

Un giovane studente, trasferitosi a Tōkyō per studio, un giorno incontra un uomo con cui instaura un’amicizia particolare: diventerà per lui un punto di riferimento, nonostante non abbia un’occupazione e sia una persona cupa, isolata, restia alle relazioni con gli altri. Di lui non conosciamo il nome, perché il giovane, raccontandoci la storia, si riferirà a lui come Maestro. Intenzionato a capire quale sia la ragione che lo rende così misantropo, riluttante ad aprirsi al mondo e scontroso nei confronti…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

IN: non la solita Natsuo Kirino

IN è un romanzo diverso dagli altri che ho letto di Natsuo Kirino. La tensione crescente è qui sostituita dall’angoscia, la ricerca di un assassino cede il posto alla ricerca di una vecchia amante. La scrittrice Suzuki Tamaki, rimasta colpita da “L’innocente”, romanzo autobiografico dell’autore Midorikawa Mikio, fa di tutto per portare alla luce l’identità della vecchia amante dell’autore, “X”, che presumibilmente avrebbe portato la moglie Chiyoko a una gelosia tale da renderla folle. Tamaki, appena uscita da una relazione…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Una sera tra amici a Jinbōchō: per tornare alla Libreria Morisaki

Che bellezza, tornare alla Libreria Morisaki. Leggendo le pagine di questo libro sembra quasi di trovarsi lì, a perdersi fra gli scaffali riempiti di libri e il profumo inimitabile dei volumi usati. Incontriamo ancora una volta la giovane Takako, lo zio Satoru, apparentemente severo ma dal cuore d’oro, e sua moglie, la dolce Momoko. Insieme a loro trascorreremo le nostre giornate in libreria, a osservare e fare le supposizioni più assurde sui clienti più strambi, passeremo le nostre pause in…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Libri & Film/ Recensione

Midnight Swan: dal film al libro di Uchida Eiji

“New Half”, “metà uomo e metà donna”, è un termine che si è diffuso in Giappone negli anni ‘80 per indicare chi ha intrapreso un percorso di transizione. A Nagisa però quella definizione sta stretta, dal momento che si sente completamente donna. La accetta, perché forse rende le cose un po’ più semplici, perché non trova alternative migliori. La accetta perché, d’altronde, è impiegata in un New Half show club, dove altre donne come lei lavorano come ballerine. Nagisa è…

Continua a leggere →

In Cina e Giappone in Libri/ Collaborazione/ Narrativa straniera contemporanea/ Recensione

Non è un lavoro per ragazze: adolescenza e ribellione

“In seconda media, a tredici anni, la sottoscritta Ōnishi Aoi ha ucciso due persone. […] Dopo averci riflettuto molto sono giunta alla conclusione che quello dell’assassina non è un lavoro per ragazze.” Non so voi, ma a me un incipit così mi ha folgorato. Come possono due ragazzine architettare e compiere atti simili senza essere scoperte? E soprattutto, come possono anche solo pensare di farlo? L’amicizia fra Aoi e Shizuka, agli inizi dell’estate in una remota isola della prefettura di…

Continua a leggere →